Lunghezza: 300 mt

 

Diff: 6c (6a obbl.)

 

Bello, possente e fiero, il Pinnacolo di Maslana si erge imponente sopra la piccola omonima frazione del comune di Valbondione.E’ una piccola perla granitica situata tra il verde dei boschi che lo circondano.Ambiente spettacolare e roccia ottima completano questo quadretto bucolico… Così vicino alla realtà orobica e allo stesso tempo così lontano dalle menti di chi, osservando questa punta, non immagina neppure il numero di vie che costellano la parete.Vie sportive e classiche, ben spittate e da proteggere: insomma, non delude nessuno…

 

 

Domenica è stata la mia prima volta al “Pinna”, e che prima volta… un’oretta di avvicinamento lungo i pendii che, dolci, portano verso il rif. Curò (salire per il sentiero invernale!)… E’ strano perchè lo vedi bene dal parcheggio di Valbondione e poi per un po’ si cela alla vista, fino a che non sbuchi dal bosco e… spettacolo! Ma chi lo ha messo qua questo piccolo paradiso granitico? Questa volta il buon Dio ha voluto far le cose in grande… ma chi se lo sarebbe immaginato di sbucare da questa boscaglia e di trovarsi davanti a tanta magnificenza?! E’ una sorpresa, una piacevole sorpresa, che fa passare di colpo il fiatone della salita (sì, perchè il fiato mi rimane sospeso a metà, tra la pancia e il cuore).Un sole caldo ci accompagna per quasi tutta la salita.
I primi due/tre tiri servono per mettere a posto la testa e abituare il piede alla roccia; i successivi, un po’ più duri, sono spittati benissimo, gli ultimi regalano un respiro di sollievo senza scadere nella banalità. La verticalità dei due tiri centrali è splendida.Una piccola perla questo Pinna… ci voglio tornare…Due gocce d’acqua e dei tetri nuvoloni neri ci sorprendono sull’ultimo tiro… Ecco, ora la prendiamo tutta la “slavagiata”, e invece no! Qualcuno ci vuole bene e anche questa volta si arriva non solo a terminare le doppie, ma addirittura alla macchina asciutti…

Un grazie a Riky, super compagno di avventure!!!

 

Ta’

Condividi