Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.cordadoppia.com/home/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5763

Dicembre 2018. Meno di un mese e sarà 2019. E come ogni anno mi ritrovo a: pensare cosa ho fatto/non ho fatto nell’anno appena trascorso, rimpiangere tutto ciò che non ho fatto, pensare a cosa devo assolutamente fare nel nuovo anno. Il punto é: “Cazzarola lo faccio ogni anno”e “Cazzarola, così facendo mi ritroverò a 80 anni con una lista di cose da fare e sarà troppo tardi… ammesso e concesso che io ci arrivi a quella età”. Ogni anno mi dico “farò questo e quello” e poi mi ritrovo a un mese dalla fine che il bilancio va in negativo perchè magari ho dedicato troppo tempo a cose per cui avrei dovuto spenderne meno, e regalato poco tempo a quelle che contavano, per non parlare poi del tempo concesso alle persone che non se lo meritavano e che è stato sottratto a quelle che, silenziose, erano sempre lì. E che per Dio se lo meritavano questo tempo, ma perchè silenziose appunto, sono state quasi dimenticate.  poi tutte quelle esperienze che mi ero ripromessa di fare, quei piccoli appuntamenti o rituali fissi, che avrebbero fatto bene sia a me sia agli altri, che ho mantenuto sì e no per un mese e poi basta, anche questi spazzati via dal marasma di cose che impazzano in questa pazza vita. Il mondo è pazzo o sta impazzendo, questo ormai l’ho capito. E in un mondo che mi porta a scrivere con le kappa e a tralasciare gli apostrofi, laddove il sentimento “postato” sembra valere più di quello vissuto… io ho deciso di mettere un elemento di ordine. Simbolico, ma neanche più di tanto, che mi obblighi a dare o ridare il giusto valore alle cose. Un ordine di priorità alla vita. Per non arrivare, a fine 2019, con la lista di quello che non ho fatto.

E quindi domani andrò a comprare una agenda. Sì, quelle di carta che non si usano più e che sono ormai state sostituite dal google calendar. Una agenda da scrivere e guardare, settimanalmente, mensilmente. Sulla quale appuntarmi le cose che devo fare e il tempo che è giusto dedicare a queste cose. Per ritagliare degli spazi e fare sì che la mia vita non venga inghiottita da “tutto il resto”. Domani uscirò di casa e mi regalerò una agenda.

Condividi