Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.cordadoppia.com/home/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5763

Partenza: Piani dell’Avaro  (1700 m) – Arrivo: Ponternica Centrale (2372 m) – D+: 672 m

Condizioni: neve ghiacciata (per il “farinone” dovremo aspettare!)

Classiche condizioni da FBL (Fa balà l’occ) quelle che ieri, con alcuni membri del celeberrimo gruppo alpinistico bergamasco Morcc in Pè, abbiamo trovato durante la salita al Ponteranica Centrale.

25348602_10215241998512408_3313334289357099052_n

Nonostante la salita fosse quasi interamente esposta a sud e quindi in pieno sole, la neve è rimasta ghiacciata (marmorea è il termine più indicato!) anche nelle prime ore pomeridiane. Ma quando la montagna chiama e la passione è tanta, non c’è niente da fare: si va e basta. A poco servono gli scongiuri dei genitori o le torte della Paola (le buonissime torte della Paola, nota in tutta la Val Brembana per le eccezionali doti culinarie, confermate anche dal marito Valter che, dopo una certa ora, dice che deve tornare a casa perchè la Paola sta sfornando una torta!). A poco servono le gufate dei malpensanti che dicono “Tanto la neve oggi è marmo”… Quando la montagna chiama… il bergamasco doc risponde.

E noi, che appunto bergamaschi doc ci sentiamo, non abbiamo esitato.

Macchina parcheggiata davanti al RistOrobie e via, con sci e pelli, verso quella che si sarebbe rivelata una gita interessante, dal sapore quasi più alpinistico che scialpinistico. Almeno per quanto mi riguarda, perchè non avendo i rampanti, mi è toccato calzare i ramponi ancora prima del pendio che sale al Passo Triomen (2200 m). Gli altri, invece, sono riusciti a proseguire fino a quasi in vetta con gli sci ai piedi.

25399115_10215241999192425_4779054847265344376_n

Sicuramente si è dovuta porre una certa attenzione nel lungo e scenografico traverso all’ombra che dal Triomen porta alla conca ai piedi del M. Ponteranica e del M. Valletto. Qua l’ambiente è decisamente spettacolare, quasi dolomitico, e vale sicuramente la pena fare una piccola sosta per scattare qualche foto.

25446013_10215241998952419_3990369596238657094_n

Da qua è possibile raggiungere la vetta salendo un paio di canalini (uno più a destra e uno più a sinistra) non eccessivamente pendenti ma sicuramente da non sottovalutare. Noi abbiamo scelto quello più a destra.

25446376_616080585449788_3272556845273023491_n

Una volta superato il canalino, per il ripido pendio, siamo arrivati fino in vetta. Niente traccia davanti a noi. Siamo stati i primi e questo, chi va in montagna lo sa bene, inorgoglisce sempre un po’!

25399120_10215241998192400_8506151717024231213_n

La discesa ha seguito la via di salita. Con condizioni migliori è possibile scendere fino ai Laghi di Ponteranica e rimettere le pelli per tornare al passo.

25348780_10215241996952369_8307626922764122229_n

25395928_10215241996112348_7167234644186532379_n

25398697_10215242001912493_7340823049881535811_n

 

Condividi