Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.cordadoppia.com/home/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5763

Diff: 6b (6a obbl.)
Lungh: 400 m + 150 m (avvicinamento: “Il senso di Smilla per la neve”, 3 lunghezze, 5b)

Splendida giornata alla scoperta di una vallata, di un granito e di un paesaggio a me sconosciuti.  Assolutamente nota agli appassionati di canyonig, un po’ meno agli arrampicatori, la Val Bodengo è stata una piacevolissima sorpresa.
All’ingresso, mentre la macchina sale i primi tornanti, l’impressione è quella di infilarsi un una valle corta e stretta. Non è così. Ben presto il paesaggio si apre e si mostra in tutta la sua grazia. Il sole arriva presto e penetra la valle per l’intera giornata. A parte il fiume e le pozze di acqua cristallina, di notevole interesse sono anche le pareti che si aprono appena sopra le distese di boschi e che richiedono  un po’ di avvicinamento.

Sono stata al Precipizio di Stream: affascinante paretone granitico, verticale, lavorato dai ghiacci e tagliato a metà da una cascata. La roccia è splendidamente striata da molteplici venature colorate, e lavorata a tacche e buchi. La parete su cui corre “Galassie” (la via attacca appena a destra della cascata) si divide in due sezioni, unite da un lungo tiro di IV grado. Se la prima offre un’arrampicata un po’ più tecnica, la seconda diventa decisamente più di resistenza su tacche dato che, tra le altre cose, risulta essere in alcuni tratti anche leggermente strapiombante. I tiri sono comunque tutti molto belli e di soddisfazione, l’arrampicata molto varia: aderenza, tacche, buchi, strapiombo e anche qualche lama e qualche fessura.
La chiodatura è abbastanza ravvicinata e onesta (si allunga nei tratti più semplici), anche se non propriamente da falesia.

L’avvicinamento, anch’esso consigliato al fine di evitare una faticosa camminata per un ripido sentiero con tratti attrezzati con corda fissa (più fattibile in discesa), è una placca compatta di tre lunghezze, tutte sul V grado, che si collega a “Galassie” con un attraversamento su cengia erbosa (quarto tiro).
La discesa è lungo la via, tramite doppie.
Che altro dire… la consiglierei vivamente. Una via di quelle che si ricordano non solo per la bellezza dei movimenti ma anche per l’ambiente.

All’uscita dalle via

 

La placconata iniziale

 

 

 

La bella lama in partenza del quinto tiro

 

Raffo sul penultimo tiro

 

Il Precipizio di Stream

 

La roccia… dorata e lavorata

 

Il Precipizio, su qualche relazione definito anche la Ragnatela per via delle evidenti striature

 

Ta’

Condividi