Diff: 6b+ (6a+ obbl)
Lungh: 240 mt
Località: Punta U Peru, Bavella, Corsica

Punta U Peru

La Corsica, la zona della Bavella nello specifico, è a ragion veduta considerata il “paradiso del tafone”.
I tafoni, queste strane strutture, cavità nella roccia, generalmente di piccole dimensioni, presenti soprattutto in rocce granulari come l’arenaria, con pareti lisce. I tafoni si possono trovare in ogni zona del mondo, ma sono particolarmente comuni nelle zone marittime, in quele aride e nei deserti. La loro origine è frutto della combinazione di diversi fattori: erosione eolica e dovuta al sale, differenze nella coesione interna e nella permeabilità dell’arenaria.
I tafoni piccoli sono talvolta chiamati alveoli in quanto ricordano la forma degli alveoli polmonari… osservare per credere!

Strutture alveolari dei tafoni di U haddad

U Haddad è una via splendida, dai passaggi aerei e talvolta parecchio esposti, la cui linea estremamente estetica passa attraverso e in prossimità di una serie infinita di grotte a tafoni e strutture dalle pareti lisce e sinuose.
Un mondo che sembra disegnato e acquarellato con le tonalità calde della terra.

La via è spittata ma decisamente da integrare con qualche cordino o friend laddove necessario. La salita attraversa tratti di placca per poi buttarsi nelle grandi, enormi strutture tafonate che la caratterizzano e inerpicarsi lungo un paio di bei diedri.
In alcuni punti la logica è alpinistica, in quanto i già pochi spit presenti in via “spariscono” e lo scalatore deve seguire il proprio intuito per poi, dopo una decina, quindicina di metri, imbattersi in un altro spit segnavia della corretta linea che sta seguendo.
Per questo motivo, l’ultimo tiro che ho disegnato sullo schizzo, non è quello della nostra via ma bensì quello di una via più sostenuta ma decisamente più protetta che corre accanto, Omertà.
In via non ci sono le soste, per cui bisogna un po’ inventarsele utilizzando uno spit e un tafone, uno spit e una pianta o due tafoni.
La calata in doppia utilizza alcune soste attrezzate della vicina Omertà.
Ta’

Raffo nell’alveare

 

Ta sul primo tiro

 

Quinto tiro

 

La bellissima e delicata (duretta ne’ !!) placca dell’ultimo tiro

Source: New feed

Condividi