Lo fanno la Bechkam, Kim Kardashian e pure Nicole Kidman. Quindi è una di quelle “robe” da star che non serve a nulla! Loro sono così, non certo per il Core Work, ma perchè possono permettersi estetiste, massaggiatori, personal trainer e quanto di meglio c’è per mantenersi in forma. Cosa ci vorrà mai? Qualche macchinario e un po’ di ginnastica e…

E niente. Ed è così che ti ritrovi con i muscoli che bruciano e a provare una fatica che, sono sincera, dopo venti minuti ho rimpianto si non essere stata invitata a correre una maratona! Scherzi a parte, il Core Work Dynamic Pilates, provato nella palestra milanese 360 Gym di via Moscati 11, è davvero un’attività tosta! Adatta a noi donne ma anche ai maschietti. Non a caso il nostro istruttore, Nicholas Lyras, ha un fisico davvero spaziale. E subito mi viene spontaneo chiedermelo: “Ma è davvero tutto merito del Core Work?”. Mi ci vogliono dieci minuti di lezione per intuire che sì, probabilmente è davvero tutto merito di quello che fa. È arrivato direttamente dall’Inghilterra per formare gli istruttori della palestra.

I miei compagni di allenamento sono tutti degli sportivi, o per lo meno i più sportivi che la “classe” dei giornalisti potesse offrire. Gli inglesi lo chiamano “metabolic workout” perchè, a metà strada tra il pilates e il fitness, agisce direttamente sul metabolismo portandolo a lavorare più velocemente. Minimo sforzo (si fa per dire) e massimo rendimento! Lyras ci rassicura, mentre ci guarda impegnati a mantenere le varie posizioni, che dopo qualche lezione il tutto diventa molto più semplice e si vedono già i primi risultati. L’allenamento dura solamente 55 minuti e alterna esercizi di squat, planc e sit up in veloci sequenze da uno/due minuti ciascuna, facendo lavorare veramente tutta la muscolatura: addominali, glutei, gambe e polpacci, fino ad arrivare alle braccia e ai quadricipiti.

Gli esercizi si svolgono con l’aiuto di panche Lagree, macchinari mai visti prima e specifici per questo tipo di attività, il tutto coordinato dallo strepitoso Nicholas, che ci spiega gli esercizi e ci corregge nei movimenti.

Insomma, 55 minuti mi sono bastati per capire che se le star sono così in forma… beh, un motivo ci sarà! E mi è venuta anche la voglia di mettermi alla prova e tornare sulla panca, per bruciare calorie, rinforzare e tonificare la muscolatura.

E la prossima volta, quando vi capita di sentire parlare di pilates oppure di quelle attività che fanno le star… beh, non sottovalutate cosa vi troverete a dover affrontare. Ma poi, il risultato, saranno muscolatura scolpita e glutei di marmo, da far invidia al David di Michelangelo… oppure alla Bechkam! Provare per credere…

Schermata 2018-04-18 alle 21.56.33

Condividi