LA PROTESTA: DA MILANO AL MONTEROSA IN BICI+SCI

Si chiama “La via (in)visibile” ed è la nuova azione di protesta climatica ideata da Giovanni Ludovico Montagnani e Michele Dondi, due dei quattro alpinisti che a gennaio, sempre per manifestare una ideologia, avevano raggiunto il WEF di Davos sugli sci. Cosa faranno questa volta? Tenteranno di raggiungere la vetta del Monte Rosa in maniera 100% sostenibile, per porre l’attenzione sull’importanza di una decarbonizzazione netta dell’economia e sulla drammatica realtà dello scioglimento dei ghiacciai alpini, muovendosi in bici e con gli sci, partendo da Piazza della Scala (Milano) il prossimo 27 giugno. 

Ad accompagnarli, nella parte iniziale del viaggio, i supporter di Fridays for Future ed Extinction Rebellion che sposano l’approccio etico dell’iniziativa. Pedalando lungo i Navigli, portando gli sci a spalla, raggiungeranno il Piemonte, per procedere poi in solitaria fino ad Alagna dove lasceranno le biciclette e continueranno a piedi e con gli sci.

La via percorsa dagli alpinisti, interamente visibile da Milano, è destinata a scomparire entro pochi anni a causa della crisi climatica.
“Il caldo delle ultime estati ha segnato il punto di non ritorno per il destino dei ghiacciai alpini: secondo studiosi e climatologi non ci sono speranze positive per la loro sopravvivenza. Se non si applicheranno modelli di business compatibili con il futuro dell’umanità e fortemente orientati all’abbattimento delle emissioni di CO2, la specie umana è destinata allo stesso scenario: non ci saranno possibilità di sopravvivere.” dichiara Dondi “Lo scioglimento dei ghiacciai è il sintomo visibile di una “malattia” sistemica del nostro ecosistema ma nessuno lo vuole vedere. Da questo nasce il titolo della nostra spedizione: “La via (in)visibile” che percorreremo è sotto gli occhi di tutti, sotto gli occhi dei cittadini milanesi, ma se non ci sarà alcun cambiamento presto sarà davvero invisibile per tutti, non solo per chi sinora ha girato la testa dall’altra parte davanti al problema.”

Condividi