Ok, è ufficiale: i biglietti sono pronti, i passaporti pure. Questa mattina abbiamo provato a riempire gli zaini. Si tratta di due zaini: un Ferrino da 80+10 e un Osprey da 70 litri. Entrambi carichi, anzi carichissimi. Attrezzatura, compresa una corda ghiacciaio, ramponi, piccozza, casco, scarponi, sacco a pelo, medicinali, carne secca e integratori vari, abbigliamento pesante. E già solo con queste cose gli zaini sono pieni. Poi avremo uno zaino da 20/25 litri come bagaglio a mano, da utilizzare anche fare alpinismo. Nello zaino ci devono stare però le cose per lavarci, ciabatte, costume, pantaloni corti e t-shirt.

Perchè abbiamo ragionato e in Sudamerica non ci vai proprio sempre, e quindi dopo le nostre vette (che speriamo di raggiungere) prenderemo un volo interno e ci sposteremo a Panama, per poi dirigerci in direzione Mar dei Caraibi e fare una settimana in barca a vela, tra le isole San Blas. Ancora piuttosto sconosciuto l’arcipelago di San Blas è uno dei tesori ancora ben preservati nei Caraibi. L’arcipelago conta più di 400 isole di cui solo 40 abitate da famiglie Kuna, nessuno è autorizzato a vivere sulle isole se non i nativi della comunità indigena, così da rendere questa avventura non solo una immersione totale in un arcipelago per nulla sfruttato o costruito, ma anche un incontro con una comunità indigena decisamente pittoresca.

Ed è proprio questo, il fatto di avere zaini giganti ma con il minimo indispensabile per affrontare un’avventura che ci porterà da quota 6.000 metri (speriamo!!!) fino a quota zero, all’equatore, ad esaltarmi!

Le mete prescelte sono i Vulcani Cotopaxi (5.897 metri) e Chimborazo (6.310 metri). Due salite tecnicamente semplici, dove gli unici inconvenienti potrebbero essere il maltempo o la quota. Abbiamo noleggiato un’auto per muoverci e un albergo per le prime due notti a Quito, capitale dell’Ecuador, il resto è stato studiato a tavolino a casa, con una guida LonelyPlanet e le informazioni reperite on line, ma quello che troveremo davvero lo scopriremo solo laggiù. Erano anni che sognavo di tornare e viaggiare… Spero di poterlo documentare al meglio, con foto e video. Spero di riuscire a postare qualcosa sui profili Instagram e Fb. Follow me!!!

 

 

 

 

Condividi