schermata-2016-10-13-alle-17-05-20

Dodo Trailer

European Outdoor Film Tour, Milano, seconda tappa italiana. Io c’ero. C’ero un po’ per piacere e un po’ per lavoro, un po’ perchè “bisogna esserci” e un po’ per curiosità! Quel che conta è che c’ero e che pertanto posso raccontarvi (essendo supponente, e chiedo scusa, consigliarvi) a cosa ho assistito.

Eoft si propone di essere una selezione di filmati che raccontano storie di avventura, natura e sport. La nuova edizione dell’EOFT è iniziata questo mese (ottobre 2016) e durerà fino a febbraio 2017. In totale sono state programmate 300 serate complessive, con partenza da Monaco di Baviera (il 7 ottobre) e attraversando 15 Paesi europei. Le tappe italiane saranno 16.

Se ne è valsa la pena? Di cercare un parcheggio impossibile da trovare in centro Milano, di saltare la cena (o meglio di fare una volata da Spontini tra il primo e il secondo tempo), di scomodare un’amica per farmi ospitare la notte, di morire di mal di piedi sulle mie scarpe -tacco-lavoro? Beh, alla fine direi di sì! Accanto ad alcune pellicole dalle immagini assolutamente spettacolari ma purtroppo un po’ povere di “trama”, ce ne sono state alcune che mi hanno emozionata o, ancor meglio, divertita. Mi hanno fatto sognare, ricordare, e hanno risvegliato in me il desiderio di partire. Imbattibili (come sempre a mio parere) i fratelli Favresse che, insieme a Villanueva, Ben Ditto e al vecchio lupo di mare Bob Shepton (un ottantenne folle che tutti vorrebbero, anzi dovrebbero, incontrare nella vita!), si mettono in viaggio verso l’Isola di Baffin e le sue Big Wall a bordo della Dodo’s Delight… Quello che succede è impensabile. Non solo i soliti concertini improvvisati dei due già noti climber menestrelli, ma anche avventurose scalate sotto la neve, mani congelate, materassini a forma di coccodrillo gigante (quelli che si vedono a Rimini tanto per intenderci), il tutto condito (talvolta ma neanche tanto talvolta), da un pizzico di buon vino rosso e da qualche spontanea parola sconcia! Insomma: fantastici, esileranti, da sposare. Roba che esci e che per tutta sera (e anche il giorno dopo canti “It’s the Dodo’s Delight…). Per chi non lo avesse ancora visto in apertura del posto vi ho linkato il trailer.

Delicatissima, anche per i retroscena introspettivi, la storia di Hilaree O’Neill, alpinista americana che insieme a Mark Jenkins, Emily Harrington, Cory Richards e Renan Ozturk parte (da capocordata) per scalareil Hkakabo Razi: la montagna più elevata del sudest asiatico. Nessuno sa esattamente quanto è alta questa montagna, e quasi neppure come raggiungerla. Il viaggio è una odissea, tra treni che Trenitalia-peggio-linea è ovviamente oro colato, motociclette con Sherpa (motosherpa mezzi bevuti), persone e villaggi dimenticati da Dio. E’ dura, è durissima. Quando arrivano al campo base affiorano paure e incertezze e il ruolo di Hilaree è messo in discussione. Fortemente. Il finale è, per quanto mi riguarda, totalmente inaspettato. Donna forte, coraggiosa, fantastica.

Interessante anche la pellicola di cui David Lama è il protagonista indiscusso. Un ritorno alle proprie radici, il Nepal, vissuto in un modo diverso da come mi sarei aspettata. Sconcertante sincerità quella di questo ragazzo che sente sì le proprie origini, ma nel contempo capisce anche di non esserne profondamente legato. Mi sarei aspettata, in uno scenario classico, uno di quei ritorni da “ho le lacrime agli occhi, qua mi sento a casa…”. Invece no, per Lama evidentemente tutto il mondo è casa. Le montagne sono casa. Quello che lo fa stare bene è casa. E torna, senza vetta alla fine. Si impara anche a non vincere sempre e per forza.

schermata-2016-10-13-alle-17-34-47

Le date del tour in Italia

11.10, Torino, Fondazione Teatro Nuovo
12.10, Milano, Orfeo Multisala
13.10, Brescia, Auditorium Balestrieri, Liceo Leonardo
14.10, Verona, Cinema Alcione
15.10, Treviso, Multisala Corso
16.10, Udine, Auditorium Zanon
17.10, Trieste, Cinema Ambasciatori
18.10, Bologna, Cinema Teatro Antoniano
19.10, Roma, Auditorium del Seraphicum
20.10, Genova, Teatro della Gioventù
21.10, Varese, Cinema Teatro Nuovo
23.10, Brixen, Forum Brixen/ Bressanone
24.10, Brunico, Michael Pacher Haus
25.10, Merano, Kurhaus Meran
26.10, Trento, Cinema Nuovo Roma
27.10, Bolzano, Auditorium Bolzano

Condividi