FROM 0 TO ARARAT, CHILOMETRI E (SANA?!) FOLLIA

Prima accesi dall’eccitazione, poi spenti dalla fatica. Ne ho viste tante di sue foto così. Dare tutto per quell’attimo di… quell’adrenalina che scorre da ancora prima della partenza. Che riempie le vene, che ti fa sentire vivo. Incredibilmente vivo. Addirittura quasi troppo vivo. Mille volte davanti alle sue imprese che poco hanno a che fare con delle gare (si tratta infatti di record, di imprese singole, di “cose” che tenta solamente lui), mi sono chiesta perchè. E in questa foto di Dino Bonelli (quella con gli scarponi da sci) forse mi sembra di intravedere la risposta. Per quella faccia e quello sguardo tra l’emozione e la tensione che puoi avere solamente il giorno prima di un grande evento. La sera prima della laurea di tuo figlio, della partenza per il viaggio dei tuoi sogni; o la sera prima del giorno in cui, in una chiesa più o meno affollata, dinanzi a parenti e amici, dirai il sì della vita. Oppure la sera prima di partire per l’ennesimo “Fromzeroto”.

Valsesia e il suo team hanno raggiunto negli scorsi giorni la Turchia a bordo di una Subaru Outback 4DVENTURE, e ora (mentre scrivo) Nico è nel bel mezzo della sua impresa.

Questa nuova avventura prevede la partenza dal Mar Nero con 500km circa in bici fino a raggiungere un campo base sull’Ararat. Da qui, dopo un tratto di corsa, Valsesia proseguirà verso la cima con sci d’alpinismo ai piedi. Il tutto non stop e a tempo di record. Ad accompagnarlo ci sono il figlio Felipe che lo supporterà nella parte finale di corsa e scialpinismo oltre al videomaker Alessandro Beltrame e al fotografo Dino Bonelli.

Il progetto “From Zero To” è nato nel 2013 con il tentativo riuscito di battere un record raggiungendo la cima del Monte Bianco partendo dal mare nel minor tempo possibile, unendo bici, corsa e alpinismo. Questa è stata la prima delle sei sfide già realizzate da Valsesia in giro per il mondo.

In bocca al lupo Nico… non vedo l’ora di fare quattro chiacchiere e poter raccontare a posteriori questa avventura! 

Condividi