Domenica avrò modo di incontrare di nuovo Marco Olmo e, questa volta, a due passi da casa! Un regalo che arriva quasi inaspettato e quindi invito tutti ad approfittarne. Correre in compagnia e per una buona causa!

Ho conosciuto Marco Olmo lo scorso anno, alla Dolomiti Extreme Trail 2016. Che dire? Schivo, riservato, sicuramente non un chiacchierone, ma un fascino incredibile. Fascino dato in primis, ancor prima di poter vedere che tipo di personaggio fosse, dal suo palmarès. Beh… quando me lo hanno presentato io, da ignorante, non ero un granchè informata e sapevo solamente che sebbene non fosse giovanissimo (anzi!) dava ancora la paga nelle Ultra a tanti, anzi a tantissimi! Poi mi sono documentata e ci sono rimasta “quasi male” (per la mia ignoranza sul personaggio, ovviamente!!!!).

dxt5

Olmo è del 1948 e corre dall’età di 27 anni. Dopo 13 anni di corsa in montagna e skialp, all’alba dei 40 anni, si dedica alle corse estreme. Lunghe, anzi lunghissimi, e in condizioni estreme. Qualche nome?

La Marathon des Sables, 230 km in autosufficienza alimentare nel deserto marocchino, la Desert Cup (168 km nel deserto giordano), la Desert Marathon in Libia e la Maratona dei 10 Comandamenti (156 km sul Monte Sinai). Ha gareggiato in Martinica nel Tible Raid, dove si è piazzato quinto, e ha partecipato anche alla Badwater Ultramarathon nel deserto della California: 135 miglia non-stop tra la Valle della Morte e le porte del Monte Whitney che si corrono con temperature che superano i 126 gradi F° (circa 52 °C).

A 58 anni è diventato Campione del Mondo vincendo l’UTMB: 167 km attraverso Francia, Italia e Svizzera per oltre 21 ore di corsa ininterrotta attorno al massiccio più alto d’Europa.

Non ne abbiamo a sufficienza? Lo scorso anno ha corso Bolivia l’Ultra Bolivia Race, 6 tappe e quasi 170 km attorno ai 4000 m slm nel deserto boliviano e… ha vinto anche qua!

Domenica avrò l’occasione di rivederlo nuovamente. Segnalo pertanto questa bella iniziativa organizzata da enjoytribe e promossa da Coop Lombardia e dall’associazione Libera Terra lungo la pista ciclabile della Martesana, da Cassano d’Adda a Milano. Si chiama Corri per la legalità e vuole essere una corsa simbolica contro tutte le forme di mafia. Al termine della corsa sarà possibile pranzare tutti insieme con i prodotti Libera Terra, per portare la legalità dallo sport alla tavola.

Percorso:  da Cassano D’Adda (presso il supermercato Coop) alle 8.30, per arrivare a mezzogiorno circa al Bicocca Village: il percorso si snoda lungo la pista ciclabile della Martesana e tocca, nell’ordine, Gessate, Gorgonzola, Cassina De’ Pecchi, Cernusco sul Naviglio, Vimodrone e Crescenzago, fino alla fine della stessa Martesana. Ci si può aggiungere anche a metà del percorso… non importa quanto corri! L’importante è correre e farlo per una giusta causa! E per il ritorno? Il percorso è servito dalla metropolitana che, da Milano e dalle varie tappe riporta allo start.BOZZA_roll_up_olmo

Scarica il percorso, clicca qui

Per prenotare il vostro menù da Fiorfood Milano
potete chiamare il numero 02 6616931.

Iscrizioni alla gara e info:
347.588.77.96 – info@enjoytribe.comwww.enjoytribe.com

Condividi